La spada da samurai: classificazione

11 Maggio 2021

 

La terminologia giapponese per classificare le spade da samurai è piuttosto precisa.

Poiché nel Giappone antico solamente i samurai potevano indossare una spada lunga, la distinzione più importante è quella tra le lame che rientrano in questa categoria e quelle che non rientrano. La misura, che prende il nome di nagasa, viene calcolata misurando in linea retta dalla punta fino al mune-machi, lo scalino che separa la parte tagliente dal nakago, il codolo della lama che viene infilato nello habaki e nell’impugnatura. La discriminante è la misura di 2 shaku, approssimativamente 60 cm: oltre questa misura si parla di “katana”, mentre al di sotto si parla di “wakizashi”. Le spade sotto questa soglia potevano essere indossate da tutti, per cui non è raro trovare spade qualche millimetro sotto tale misura e conservate invece in foderi più lunghi.

La distinzione tra wakizashi e tanto, ovvero tra spada corta e pugnale, è invece un po’ più fluida. Normalmente si considera un shaku - quindi 30 cm - la misura di transizione, ma spesso è più la geometria della lama e il tipo di montatura che ne determinano la tipologia. Sono infatti comuni lame oltre i 30 cm che siano costruite e montate come un tanto; in questo caso si parla di sunnobi-tanto, ovvero di tanto che superano la misura standard di circa un sun, ovvero 3 cm.

Un'ultima distinzione fondamentale, tornando alle spade lunghe, è quella tra katana e tachi. Anche qui si tratta di una distinzione non perfettamente netta, dal momento che katana vuole anche dire "spada" in senso generico. Ad ogni modo, in genere si usa il termine tachi per le spade più antiche, più lunghe e più ricurve, che venivano originariamente portate a cavallo con il filo verso il basso. Il termine katana viene invece adottato normalmente per riferirsi alle spade da portare inserite nella obi. Il fatto che quasi tutte le tachi siano state accorciate e trasformate in katana gioca a favore di una terminologia abbastanza fluida.

 

indietro

Copyright © 2016 - giuseppe piva - Partita IVA:  05104180962