Katana chiamata “Yakumo” (“Nubi stratificate”)

Bizen, scuola Yoshioka Ichimonji

Importante spada da samurai

Fine periodo Kamakura, circa 1320

NBTHK Jūyō Tōken

 

Nagasa [lunghezza]: 67,3 cm

Motohaba [ampiezza alla base]: 2,8 cm

Sakihaba [ampiezza alla punta]: 1,9 cm

Sori [curvatura]: 1,6 cm

Sugata [configurazione]: shinogi-zukurimitsu-mune, curvatura tori-zori con chu-kissaki

Kitae [motivo della forgiatura]: itame con evidente hada ricoperto di ji-nie. Notevole midare utusuri

Hamon [linea di tempra]: choji e ko-choji midare misto a togari-ba in un luminoso nioi deki

Hataraki [attività]: ashi, yō e sunagashi

Boshi [linea di tempra della punta]: midare-komi con kaeri

Horimono [incisioni]: bo-hi su entrambi i lati

Nakago [codolo]: 20,8 cm; ō-suriage con leggero kurijiri e tre mekugi-ana (uno riempito); kiri-yasurime [incisioni orizzontali], mumei

Sayagaki: La lama è preservata in un’antica shirasaya. Il fodero presenta un’inscrizione di Honami Seizan († 1926) con inciso Yakumo-maru, il nome della spada, la lunghezza e il nome del proprietario, Gokaraku.

Koshirae [montatura]: La spada include un koshirae risalente al periodo Edo, con kodogu in oro e shakudo e una tsuba in ferro di scuola Shimizu Higo.

Origami [certificato]: La spada ha un certificato di registrazione come Jūyō Tōken (“spada importante”) rilasciato dalla Nihon Bijutsu Tōken Hozon Kyōkai, datato 2008 (54a sessione Jūyō).

 

La spada, massiccia ed elegante, presenta una forma slanciata e con proporzioni ben bilanciate. Lo jigane è  un itame fluttuante con un hada molto evidente ricoperto di ji-nie, che mostra un midare utsuri molto potente.

Lo hamon, basato su una linea midare in un luminoso nioi deki, mostra sgargianti choji e ko-choji e talvolta mostra ondulazioni all’interno della linea di tempra con un disegno simile a togari. Il nioiguchi è luminoso, mostrando l’eccezionale qualità della fattura di questa lama. Le scanalature di tipo bo-hi su entrambi i lati sono state aggiunte probabilmente durante il periodo Nanbokucho e mostrano la tipica estremità appuntita all'altezza dello yokote in uso in quel periodo, che permetteva di rifare la punta nel caso venisse rotta in battaglia.

La scuola Ichimonji venne fondata durante il periodo Kamakura (1185-1333) e fu attiva per tutto il Nambokucho (1333-1392). È considerata una delle scuole più importanti per la produzione della spada giapponese. Il nome Ichimonji deriva dall’abitudine di molti fabbri di questa scuola di firmare le loro opere con il carattere “Ichi" (一), che indica il numero uno, a volte seguito dal proprio nome.

Le creazioni della scuola Ichimonji possono essere divise in tre gruppi, a seconda del periodo e del luogo di produzione. Le opere risalenti all’inizio del periodo Kamakura sono di gusto classico e sobrie e vengono tradizionalmente chiamate “Ko-Ichimonji”.

Intorno alla metà del periodo Kamakura, lo stile di questa scuola divenne poi più sgargiante e le lame più massicce; queste vengono generalmente chiamate “Fukuoka Ichimonji”, nome che deriva dal luogo in cui si trovava la scuola. Nella seconda parte del periodo Kamakura e all’inizio del periodo Nambokucho, la scuola si dovette trasferire a Yoshioka nella provincia di Bizen, dove lo stile divenne ancora più maestoso. 

Il fondatore della scuola “Yoshioka Ichiomonji” fu Sukeyoshi, probabilmente nipote di Sukemune di Fukuoka. Le tachi di questa scuola mostrano un sugata maestoso ma elegante, in ferro ben forgiato, con un delicato jigane, generalmente composto da mokume-hada misto a o-hada; lo utsuri, come in questa lama, è spesso splendido e potente. Lo hamon è tipico della tradizione di Bizen, con un choji midare che mostra numerosi hataraki.

Fascia di prezzo: oltre 50.000€

N. INVENTARIO: tok-1676

Katana in vendita. Prezzo su richiesta.

 

Vedi tutti le spade disponibili

Richiedi informazioni su questo prodotto

Compila il form sottostante ed invia la tua richiesta.
Sarai ricontattato al più presto.

 

Copyright © 2016 - giuseppe piva - Partita IVA:  05104180962